Le grandi banche pensano che i nuovi mobili siano innovazione

 Le grandi banche pensano che i nuovi mobili siano innovazione, ma si sbagliano

Le vere innovazioni sono un problema serio per le istituzioni finanziarie tradizionali, ma fintech e le startup di crypto hanno la soluzione.

Quando le banche arrivano finalmente a migliorare la loro esperienza tecnologica, non vanno oltre il cambiamento del front end. Faranno un bottone blu al posto del verde o creeranno bordi arrotondati sui bottoni al posto di quelli quadrati. Pensano in termini di interfacce, non di back end. Se una banca dovesse davvero innovare la propria tecnologia, scaverebbe più a fondo nel back end e trasformerebbe la sua infrastruttura Bicoin Billionaire tecnica ereditata, che è rimasta la stessa per decenni. Oggi sono in pochi a sapere come lavorare su quei vecchi linguaggi di programmazione di un tempo, come COBOL, e quindi sono bloccati da aggiornamenti che trasformano il software in un abominio alla Frankenstein.

Le grandi banche non fanno innovazione in casa. I grandi conglomerati tecnologici non innovano nemmeno. Acquisiscono nuove idee, innovazioni e team che hanno già fatto l’innovazione. Quando vogliono una nuova tecnologia non sviluppata come parte del loro portafoglio tecnologico interno, a volte ne parlano con i giornalisti in modo da iniziare a coprirla, il che suscita l’interesse del mercato. E poi le startup iniziano a lavorare sul problema. Vedono l’opportunità e cominciano a raccogliere fondi nel tentativo di eseguire, e le grandi aziende tecnologiche si limitano ad osservare. E poi, uno o due anni dopo, acquisiscono la migliore azienda dello spazio e la rendono parte dei loro conglomerati.

Il modello tradizionale della strategia di sviluppo delle Big Tech è quello di acquisire startup già di successo, in quanto possono farlo senza alcun rischio. Pagano un po‘ di più, ma non hanno il rischio di fallire. La startup e i suoi investitori si assumono tutti i rischi. Facebook, ad esempio, ha acquistato Instagram nel 2012 e WhatsApp nel 2014 proprio per questo motivo. E questi acquisti hanno portato a serie preoccupazioni sul „monopolio dei dati“ di Facebook.

Anche le società finanziarie adottano questo approccio. Tutti i grandi player hanno programmi di accelerazione per questo motivo. Trovano startup, che hanno idee che potrebbero voler incorporare in futuro, e forniscono loro determinate risorse. Le grandi istituzioni finanziarie acquistano poi le idee una volta sviluppate in modo da poterle realizzare.

Le banche devono creare un’infrastruttura per gli asset digitali prima che sia troppo tardi

Se una grande banca cercasse di implementare internamente una nuova tecnologia, potrebbe non funzionare. La struttura aziendale è talmente rigida da non potersi adattare alle nuove innovazioni intrecciate nel quadro della tecnologia e dei protocolli già esistenti della banca. Senza l’agilità e la flessibilità, non può correre il rischio di sviluppare e incorporare nuove tecnologie. La struttura aziendale non innova bene. Adotta commercialmente – cioè coopta – gran parte dell’innovazione di cui ha bisogno attraverso fusioni e acquisizioni.

Le banche dovrebbero concentrarsi sull’implementazione delle innovazioni del mondo fintech, in particolare quelle che garantiscono la privacy dei clienti e garantiscono la sicurezza degli acquisti. Quando la banca cerca di acquisire prodotti, dovrebbe acquisire anche il team e l’infrastruttura aziendale. In questo modo la banca potrebbe iniziare a cambiare senza problemi i suoi processi fondamentali. Esempi di questo esistono già. In un modello, la banca organizza acquisti sicuri lavorando con dati personali e transazioni, mentre una fintech acquisisce i clienti e fornisce il servizio clienti.

L’iniziativa riveduta della direttiva sui servizi di pagamento 2, comunemente nota come PSD2, è una normativa europea per i servizi di pagamento elettronico, che mira a rendere i pagamenti più sicuri e a promuovere l’innovazione in Europa. PSD2 divide tutte le attività finanziarie in due parti: la prima è l’infrastruttura e la sicurezza, la seconda è il front end e l’assistenza clienti innovativa. Questo è un approccio migliore per ora, ma in futuro saranno richiesti miglioramenti.

Veröffentlicht am
Kategorisiert in Crypto